skip to Main Content

Lezion N° 1
Un omo va a farse la docia subito drio dela molie e in quel preciso momento sona el campanel de casa. La baba se involtiza un sugaman torno el corpo, la va zò per le scale corendo e la va a verzer la porta: xe Giovani, el vizino de casa. Prima che ela rivi a dir qualsiasi roba, lui ghe disi: te dago 800 Euro adesso in contanti se te fa cascar el sugaman! Ela ghe pensa un atimo e po la mola el sugaman… Lui la varda e ghe mola i soldi come dacordo. Cussì ela, un poco sconvolta ma anche contenta per gaver ciapà le fliche, la torna verso el bagno. El marì, ancora soto la docia, el ghe domanda chi che gaveva sonado la campanela. Ela ghe rispondi che iera Giovani. El marì: otimo, el te ga da i otozento Euri che ghe gavevo prestado l’altro giorno?
Morale N°1:
Se lavorè in team, passeve sempre tute le informazioni!

Lezion N°2
Un vecio prete stà compagnando con l’auto una giovane suora in convento. El povero prete no riva no vardarghe le gambe. Tutint’un ghe sbrissa la man su una gamba. Ela ghe disi: Padre, la se ricorda el salmo 129? El povero vecio prete cava subito via la man e el ghe fa una zaia de scuse. Ma passa poco tempo che, con la scusa de cambiar marcia, el ghe fa una careza ala gamba e la suora ghe disi: Padre, la se ricorda el salmo 129? Mortificado, el cava subito via la man e el se scusa tartaiando. Rivai al convento la suoreta la smonta de l’auto e la va via senza gnanche saludar. El prete, rosigado del rimorso, el cori in curia e el ciol una Bibia per zercar el salmo 129 e co’l lo trova el legi: andè vanti, sempre più in alto, troverè la gloria…
Morale n°2 :
Sul lavor, zerchè de esser sempre ben informai!

Lezion n°3
Un rapresentante, un impiegato e un diretore del personal i va fora de l’uficio a mezogiorno e i va verso un ristorantin quando sora de una panca i trova una vecia lampada a oio. I la russa e salta fora el zenio dela lampada. “De solito concedo tre desideri ma visto che se in tre ve poderò conceder un per omo”. L’impiegato sburta i altri do e el ziga: “me toca a mi, me toca a mi…. voio star in tuna spiaga belissima delee Bahamas, sempre in ferie, senza nissun pensier che possi disturbar la mia pase” Dite ste robe el sparissi. El rapresentante ziga: “a mi, ami, me toca a mi ‘desso!!! voio spassarmela con la baba dei mii sogni in tuna spiagia de Tahiti” E anche lu el sparissi. “Toca a ti”, ghe disi el zenio al diretor del personal. “Voio che dopo pranzà quei dò s’ciopai che no ga voia de far gnente i torni sul lavor”
Morale n°3 :
Lassè sempre che sia el capo a parlar per primo!